Cultura e Formazione

OBIETTIVO 1
Promuovere e valorizzare la produzione e lo scambio culturale attraverso il coinvolgimento diretto degli attori locali (Scuola Civica di Musica, Associazioni culturali, Compagnie teatrali, Gruppi folk, Artisti e Band giovanili, ecc.), per la maggiore fruizione delle strutture già esistenti (Teatro Eliseo, Centro Polifunzionale, Ex Tribunale, Teatro all’aperto “F. De Andrè”) e di ogni altro spazio di proprietà o a disposizione del Comune.
Sostenere il Consorzio Bibliotecario e le realtà editoriali per una capillare diffusione della Cultura.
Azioni
• Ripristino della Consulta delle Associazioni Culturali per una gestione partecipata ed una calendarizzazione razionale degli eventi.
• Individuazione e creazione di SPAZINCOMUNE (lettura-arte-teatro, sala prove, Internet, ecc.) da ubicare nei rioni più distanti dal centro della Città, utilizzando locali di proprietà del Comune.
• Creazione di un apposito Ufficio Turistico Cittadino per la promozione del Patrimonio Archeologico, Storico ed Artistico locale.
• Realizzazione di un Periodico d’informazione sulle iniziative ed attività cittadine.
Gestione spazi già esistenti
1)Teatro Eliseo: renderlo più fruibile da parte delle Associazioni, abbattendo i costi di gestione, garantendo prezzi del biglietto accessibili e favorendo una programmazione annuale che veda scrittori, musicisti, attori e registi sardi accanto ad artisti di fama nazionale ed internazionale.
2)Centro Polifunzionale: ridimensionamento del progetto iniziale ed apertura in tempi brevi, per realizzare un’agorà multifunzionale (confronto amministrazione/cittadini/associazioni, proposte formative e laboratori per bambini ed adolescenti come teatro, cineforum, danza, musica, ecc…).
3)Teatro all’aperto “F. De Andrè”: utilizzare la struttura oltre che come spazio per grandi eventi anche come luogo di aggregazione, usufruendo dei servizi presenti e/o creandone degli altri, in modo da poter tenere lo spazio vivo ed aperto anche nel periodo invernale.
4)Ex tribunale: realizzazione della Casa dell’altraeconomia per la promozione di agricoltura biologica, commercio equo e solidale, energie rinnovabili, riuso e riciclo, turismo responsabile, finanza etica, comunicazione aperta.

OBIETTIVO 2
Promuovere percorsi di educazione allo sviluppo sostenibile, alla cittadinanza attiva, alla legalità e all’interculturalità, attraverso interventi di formazione, informazione e scambio, rivolti ai cittadini e alle scuole.
Favorire la formazione e la qualificazione professionale dei giovani in relazione alla vocazione del territorio.
Azioni
• Proposte di progetti nelle scuole, tavole rotonde, convegni, su: Educazione alla spesa a KM 0, alla sobrietà, alla politica delle R (ridurre, riparare, riusare, riciclare, rallentare), alla cittadinanza attiva, alla legalità, alla mondialità, all’accoglienza, al dialogo Interculturale e interreligioso.
• Sensibilizzazione dei cittadini all’utilizzo delle fonti rinnovabili attraverso l’organizzazione di corsi di formazione e informazione sulle opportunità offerte dalle leggi di settore.
• Corsi di formazione mirati alle esigenze del territorio e di alta qualità attraverso la creazione di cantieri educativi per la formazione e l’occupazione .
• Corsi serali di orientamento e sostegno allo studio per studenti e lavoratori.
• Servizio civile cittadino, mirato soprattutto al recupero delle professioni artigiane.

OBIETTIVO 3
Promozione del “ POLO UNIVERSITARIO ” per la creazione di una sede di eccellenza , allo scopo di favorire sia la permanenza dei giovani del nostro territorio, attualmente destinati all’allontanamento dai luoghi di origine, che attrarre studenti da qualsiasi parte del Mondo.
Azioni
• Favorire e sostenere la creazione del “Terzo polo universitario per la Sardegna Centrale”.
• Sostenere l’istituzione di Corsi di Laurea (triennale e specialistica) che confermino e potenzino (specializzazione) i percorsi didattici già esistenti.
• Sostenere l’istituzione di un corso di studi nell’indirizzo demo-etno-antropologico, con il necessario coinvolgimento degli enti presenti nel territorio (MAN, ISRE, Biblioteca Satta, Museo Nivola, Parco lett. Deleddiano, Museo Archeologico, ecc.).
• Favorire la creazione della Scuola forestale e del Centro studi di Geografia e del Paesaggio nella ex Colonia di Solotti del Monte Ortobene.
• Ricerca di partnernariati con Università di eccellenza Italiane ed Estere per la creazione di corsi a distanza e in loco.
• Previsione di borse di studio per permettere l’iscrizione a corsi attinenti alle esigenze del territorio e per stage post-laurea da svolgere nell’ambito comunale.
• Portare a compimento la creazione di strutture di aggregazione (campus) e di approfondimento didattico (biblioteca) per gli studenti universitari.
• Favorire l’avvio della Ricerca attraverso l’istituzione di concorsi che consentano di superare il problema ministeriale dei requisiti minimi.